BOOM DI TURISTI A FIRENZE NEL 2018. L’AMMINISTRAZIONE IMPARI DAGLI ERRORI ED ESTENDA SUBITO IL REGOLAMENTO UNESCO ALL’INTERO TERRITORIO COMUNALE PRIMA CHE LA GENTRIFICAZIONE TURISTICA SI APPROPRI DEFINITIVAMENTE ANCHE DELLE PERIFERIE.

BOOM DI TURISTI A FIRENZE NEL 2018. L’AMMINISTRAZIONE IMPARI DAGLI ERRORI ED ESTENDA SUBITO IL REGOLAMENTO UNESCO ALL’INTERO TERRITORIO COMUNALE PRIMA CHE LA GENTRIFICAZIONE TURISTICA SI APPROPRI DEFINITIVAMENTE ANCHE DELLE PERIFERIE.

Foto di copertina © Massimo Lensi

Firenze 17 gennaio 2019

 

I primi numeri divulgati dell’ufficio statistica del comune di Firenze confermano che il 2018 si è chiuso con un nuovo record di presenze turistiche. Un dato riferito ai soli pernottamenti ufficiali, che conferma quanto era già evidente a chiunque viva in città o l’abbia frequentata anche solo per qualche giorno. Mentre l’Amministrazione continua a divagare attraverso iniziative per destagionalizzare o de-localizzare i flussi, il centro della città è diventato impercorribile agli stessi turisti in ogni giorno dell’anno, le periferie subiscono una rampante gentrificazione turistica, al punto che trovare una casa in affitto è divenuto impossibile in ogni parte del territorio comunale.

Per chiunque abbia a cuore Firenze, la vivibilità della città, la sostenibilità della sua economia e la salvaguardia del suo patrimonio materiale e immateriale, c’è davvero poco di cui gioire.

Se davvero Amministrazione comunale intende perseguire il bene di Firenze, inizi a dimostrarlo estendendo da subito il regolamento Unesco a tutto il territorio comunale, e promuovendo una seria politica di demarketing territoriale in tutte le sedi deputate.

 

Associazione Progetto Firenze