Intervento di Grazia Galli pubblicato sul numero 357 di Cultura Commestibile del 6 giugno 2020 Dietro la tassa di soggiorno c’è un equivoco da affrontare. Concepita come contributo del turista soggiornante a coprire i costi dei servizi forniti dai Comuni e del mantenimento di beni artistici e architettonici, secondo laContinua a leggere ⇒

Firenze, 16 dicembre 2019 In attesa che entri in funzione il nuovo sistema digitale per quantificare i flussi di turisti in città, l’Amministrazione pare aver deciso di rinunciare ai pochi strumenti che aveva per enumerare i turisti giornalieri in arrivo con i bus. Poiché nelle pubblicazioni dell’ufficio statistica del ComuneContinua a leggere ⇒