(intervento pubblicato sul Corriere Fiorentino, 23 aprile 2020) Caro direttore, comprendo perfettamente i suoi dubbi sul futuro di Firenze, utili anche a prevenire che le illusioni di oggi si trasformino negli incubi di domani. La capacità collettiva di programmare, o meglio ri-programmare, la ripartenza delle attività economiche e sociali dellaContinua a leggere ⇒